Maria elena Napodano FMGLa Divisione Food Making Good di Branmedia Srl è nata in un momento di profonde mutazioni socio-ambientali, quando abbiamo intercettato delle imperdibili occasioni di svolta in tre progetti che ci sono stati sottoposti dai nostri clienti nel settore dei supporti multimediali: un CD Audio prodotto dalla Cantina Chiusa Grande, una campagna di comunicazione per Kitchen Film, e un cortometraggio firmato Never Mind. Ci è stato chiesto di immaginarne il concept, raccontarli e confezionarli, collaborando con gli staff creativi per individuare una strategia di diffusione delle iniziative, basandoci sulla nostra esperienza in campo di sviluppo commerciale, amanti di enogastronomia e  marketing manager.

Il disco Diwine Jazz è una “Vinosophy Collection” di nove brani studiati per accompagnare la mescita e degustazione dei prodotti della casa vitivinicola.

Per i DVD della collana Cinema UHT a lunga conservazione, abbiamo co-ideato e prodotto il packaging: ognuno di essi è stato confezionato in una busta di alluminio sigillata, veicolando il messaggio di conservare la “freschezza” fino al momento del consumo, ossia la visione del film da parte dell’utente finale.

Successivamente, la toccante e suggestiva memoria di un’antica tradizione agroalimentare è diventata un video-racconto del quale siamo autori e produttori: La Patata interrata del Taburno, un documentario sulla storia dei contadini di una località della provincia di Benevento che utilizzano da secoli un metodo di stoccaggio dei tuberi di alta montagna, riponendoli in buche scavate nel terreno dalle quali attingere durante i mesi invernali. Il risultato è un filmato divulgativo e commovente, del quale abbiamo realizzato anche un DVD. Un inatteso risvolto di quest’ultimo lavoro si è concretizzato nella stipula di un protocollo d’intesa, tra gli operatori Slow Food della Comunità del cibo® Patata interrata del Taburno, Condotta Taburno e Valle Caudina, Condotta Vesuvio e i Fratelli Salvatore e Francesco Salvo dell’omonima Pizzeria di San Giorgio a Cremano (NA), col quale questi ultimi si sono impegnati per l’acquisto, con un anno di anticipo, dell’intera produzione annuale.

Branmedia Srl ha tesorizzato nel corso di più di vent’anni un’esperienza in materia di vendite e comunicazione che può integrare le enormi capacità artigianali del tessuto medio-piccolo imprenditoriale dell’agroalimentare italiano. Una scelta fatta coerentemente con la dedizione del Direttore di Divisione, laureata in Economia e Commercio con una tesi in materia di “Valorizzazione dei Prodotti Tipici. Potenzialità e strumenti a sostegno del Comparto”, presso l’Università di Salerno, a perfezionamento di un percorso formativo e personale in costante aggiornamento. Il progetto è venuto alla luce grazie anche all’apertura di vedute dell’Amministratore della nostra Società, che ha scorto prospettive di crescita in quest’ambito, sia per le aziende che ne fanno parte, sia di conseguenza per chi, come noi, può costituire un’ottima spalla in campo di espansione commerciale, affiancamento nelle trattative con clienti esteri, sviluppo del corporate identity, intermediazione, marketing, organizzazione microeventi e partecipazione alle fiere internazionali, content management e consulenza all’export.

In termini di fatturato, (parlano dunque i numeri – Fonti ISMEA, INEA, e Federalimentare), l’agroalimentare italiano è in costante crescita grazie al valore aggiunto in termini di servizio e innovazione. Saremo al fianco di chi vorrà intraprendere questo percorso.

Perché Food Making Good